Assemblea pubblica verso il primo maggio

COSTRUIAMO INSIEME LO SPEZZONE SOCIALE DEL PRIMO MAGGIO
MARTEDÌ 17 APRILE – h18 – CAMPO SAN GIACOMO
ASSEMBLEA PUBBLICA

Collettivo Tilt

>>> N.B. in caso di pioggia l’assemblea si sposterà alla sede del Germinal, in via del Bosco 52a!

PRECARIETÀ DAPPERTUTTO!
La precarietà domina il nostro LAVORO di contratti a nero e a chiamata, di mini-rinnovi a 6 o 12 mesi, di finti indeterminati a tutele crescenti, mentre le ferie, i contributi, la malattia, gli straordinari pagati sono raccontati come “privilegi” e lo sfruttamento delle nostre esistenze come la “normalità”.
La precarietà domina la nostra VITA, priva di redditi dignitosi e al tempo stesso di garanzie per i bisogni essenziali di tutt* noi: casa, sanità, formazione, trasporti…
La precarietà ci rende ricattabili, ci divide e genera la violenza che sta dietro un sempre più evidente e brutale SFRUTTAMENTO delle nostre vite.

Una simile situazione è stata possibile anche grazie a decenni di attacchi alle condizioni del lavoro e del welfare, scagliati con l’appoggio o l’indifferenza delle principali forze politiche e sindacali.
Dal Pacchetto Treu al Jobs Act, dal Piano Casa alle “riforme” della scuola e dell’università, tutte queste manovre hanno contribuito a diffondere precarietà e ricattabilità in maniera sistematica.

Ora è tempo di alzare la testa. Ora è tempo di riconoscerci tra simili.
Vogliamo condividere e mettere in rete e in piazza le esperienze dal basso di lotta individuale e collettiva già esistenti, creando le condizioni per essere meno sole-i.
Vogliamo ottenere condizioni di lavoro più dignitose, ma soprattutto vogliamo costruire da noi le risposte ai nostri bisogni, dentro e fuori i luoghi del lavoro.
Con il lancio della campagna #Èsfruttamento, abbiamo voluto aprire uno spazio virtuale, ma che contiamo possa diventare reale, nella forma che insieme, decideremo di dargli. Uno spazio articolato dalle nostre esperienze e situazioni, nel quale riconoscersi e incontrarci, per cominciare a denunciare le condizioni del nuovo lavoro ed elaborare un terreno comune in grado di rovesciarle. Intendiamo perciò, ora, rilanciare questo percorso riprendendoci le strade di questa città con il prossimo primo maggio, scendere in piazza e iniziare a costruire una concreta alternativa, con un corteo che sappia parlare di noi, della nostra rabbia e della nostra precarietà, lontani dalle celebrazioni imbalsamate che conosciamo fin troppo bene, per riprenderci le strade decidendo finalmente di determinare le nostre vite.
Per un primo maggio partecipato e che ci veda come protagonisti, non solo come rappresentati o rappresentanti.
E lo faremo insieme, perché insieme stiamo dallo stesso lato della barricata!

Collettivo Tilt-Resistenze autonome e precarie

****

ZA PRVI MAJ – JAVNA SKUPŠČINA

ZGRADIMO SKUPAJ AVTONOMNI BLOK ZA PRVI MAJ
TOREK, 17. APRILA, OB 18. NA CAMPO SAN GIACOMO
JAVNA SKUPŠČINA

PREKARNOST JE VSEPRISOTNA

Prekarnost dominira naše DELO, ki je sestavljeno iz dela na črno in na poziv, pogodb za 6 ali 12 mesecev, lažnih pogodb za nedoločen čas, ki naj bi nudile večje garancije, v resnici pa se štejejo dopust, prispevki, bolniška in plačane nadure za »privilegije«, naše izkoriščanje pa za »normalnost«.
Prekarnost dominira naše ŽIVLJENJE, v katerem nimamo ne dostojnih prihodkov in niti garancij za naše osnovne potrebe: dom, zdravstvo, izobrazba, javni promet, …
Prekarnost nas sili v sprejemanje vsakršnega dela, nas deli in je vzrok vedno bolj očitnega in brutalnega IZKORIŠČANJA naših življenj.

Do tega je prišlo tudi zaradi desetletij napadov na pogoje dela in na socialno državo, napadov, ki so jih omogočile poglavitne politične in sindikalne organizacije s svojo ravnodušnostjo ali kar z odkritim podpiranjem.
Od »Pachetto Treu«, do »Jobs Act«, od »Piano Casa« do šolskih in univerzitetnih »reform«; vsi ti ukrepi so pripomogli k sistemskemu širjenju prekarnosti in odvisnosti delavcev.

Prišel je čas, da dvignemo glave. Prišel je čas, da se prepoznamo v skupnem boju.
Želimo deliti, povezati in pripeljati na ulico že obstoječe izkušnje individualnih in kolektivnih bojev, ki izhajajo od spodaj, in tako ustvariti pogoje, v katerih bomo manj same/i.
Želimo dostojnejše pogoje dela, ampak predvsem želimo sami izbrati odgovore na naše potrebe, znotraj in zunaj naših delovnih mest.
S kampanjo #Èsfruttamento (Je izkoriščanje) smo želeli odpreti virtualni prostor, za katerega računamo, da lahko postane realen, v obliki, ki jo bomo določili skupaj. Prostor, ki je sestavljen iz naših izkušenj in življenj, v katerem se lahko spoznamo in srečujemo, prostor za prepoznavanje pogojev novega dela in za povezovanje, s ciljem, da jih zrušimo. Zato želimo s to kampanjo, ta prvi maj, iti na ulice v shodu, ki bo predstavljal nas, našo jezo in našo prekarnost, daleč od dobro znanih zaprašenih proslav, shod s katerim bomo končno vzeli naša življenja v naše roke.

Za velik prvi maj, v katerem bomo protagonisti in ne samo predstavljeni in predstavniki.
Za prvi maj, v katerem bomo skupaj, kajti skupaj smo na isti strani barikade.

This entry was posted in Iniziative, Segnalazioni. Bookmark the permalink.