BUONISTI UN CAS

Riceviamo e invitiamo a partecipare!

 

 

 

 

PRESIDIO PER AFFERMARE UNA FORTE OPPOSIZIONE AL DECRETO SALVINI E RIVENDICARE UN MODELLO DI ACCOGLIENZA DIGNITOSO

Non siamo buonisti, vogliamo lavorare per un sistema di accoglienza che tuteli davvero la dignità di richiedenti asilo e rifugiati, dei lavoratori e della comunità tutta. Contro il Decreto Sicurezza e contro lo smantellamento
dell’accoglienza diffusa!

ASSEMBLEA DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI X
Per informazioni e adesioni: lavoratorxtrieste@gmail.com

Con il DL Sicurezza e Immigrazione il governo dichiara guerra al mondo dell’accoglienza colpendo duramente i diritti di richiedenti asilo e rifugiati e vent’anni di lavoro, esperienze e buone pratiche del settore, in un contesto nazionale che vede riversare nel diritto d’asilo la quota maggiore degli attuali flussi migratori extra-europei.

Dopo aver eliminato la protezione umanitaria, negato l’iscrizione anagrafica ai richiedenti asilo e ristretto l’accesso al sistema Sprar solo a chi è già titolare di protezione e ai minori stranieri non accompagnati, il Ministero dell’Interno ha introdotto un nuovo capitolato d’appalto che mira a stravolgere tutto il resto del sistema d’accoglienza, ovvero quello dei Cas (Centri di Accoglienza “Straordinaria”).

Non solo questo provvedimento non fa alcuna distinzione tra veri progetti d’accoglienza e mere speculazioni sulla pelle dei e delle richiedenti asilo, ma anzi, mira a colpire in modo particolare quelle realtà che fanno dell’integrazione reciproca il proprio obiettivo, abbattendosi come una scure su tutte quelle spese che vanno oltre la sussistenza.

Continue reading

Posted in Iniziative, Segnalazioni | Leave a comment

La rivoluzione in Siria – dibattito

 

 

 

 

 

 

Chi, negli ultimi anni, ha combattuto e combatte ancora il sedicente Stato Islamico?
Qual è la situazione della guerra in corso in Medio Oriente?
Cosa c’entrano la questione curda, il femminismo e la repressione militare turca con la lotta contro Daesh?

A queste e altre domande proveremo a dare risposta assieme a Eddi, volontaria internazionalista nelle Ypj, l’Unità di Protezione delle Donne, protagonista della rivoluzione della Siria del Nord.

Appuntamento dalle ore 17.00 di martedì 12 marzo, in Androna Campo Marzio (a breve l’indicazione dell’aula esatta).
L’iniziativa è organizzata dal Collettivo Tilt assieme al Coordinamento Kurdistan di Trieste

Continue reading

Posted in Iniziative, Segnalazioni | Leave a comment

Altrove che cammina. Seconda passeggiata antituristica

Dopo la passeggiata anti-turistica per il Borgo Teresiano e la Città Vecchia, vi invitiamo domenica prossima alla passeggiata per le zone di Viale XX Settembre e Barriera Vecchia.
Sono più di 300 i palazzi deserti e morenti a Trieste, dei quali non ci accorgiamo nemmeno mentre camminiamo per strada. Ruderi resi invisibili dalla nostra quotidianità. Alcune facciate completamente ristrutturate nascondono intere palazzine che restano vuote per decenni. Allo stesso tempo enormi edifici storici vengono messi all’asta più volte senza trovare acquirenti.

Di chi sono le case dai muri scalcinati, i vetri rotti e le porte sbarrate che si trovano così numerose nel centro cittadino e nelle sue periferie?
Perché palazzine con decine di appartamenti rimangono vuote, invece di essere rese disponibili alle famiglie che hanno bisogno di una casa?
Chi sono i loro proprietari e perché non le affittano o vendono?

Continua il percorso degli Altrove, con una passeggiata in cui racconteremo queste ed altre curiosità custodite e occultate dietro alle ante chiuse, ai lucchetti sulle porte e ai muri scalcinati di questi edifici.

Alle 17.00 riflessione finale con biscottini e tè, nella sede del Germinal in via del Bosco 52/a.

In caso di pioggia, portare un ombrello.

Collettivo TILT-resistenze autonome e precarie

Posted in Iniziative, Segnalazioni | Leave a comment

Ricordando Pedro

Anche quest’anno un gruppo di compagni e compagne del movimento di aree diverse si è recato in via Giulia 39 per ricordare l’omicidio di Pietro Greco detto “Pedro” militante comunista dell’autonomia ucciso dalla polizia nel 1985.

 

Continue reading

Posted in Iniziative | Leave a comment

Lotto marzo

Posted in Generale | Leave a comment

LOTTO MARZO tutt* in piazza! Sciopero e presidi.

Posted in Iniziative, Segnalazioni | Leave a comment

Interessi italiani in Libia: presentazione e mostra

La Libia è stata colonia italiana dal 1911 alla Seconda guerra mondiale: un territorio che ha resistito ininterrottamente al tentativo di penetrazione e soggiogamento dei colonialisti liberali e poi fascisti. Oggi è il punto di convergenza delle rotte migratorie africane ed è anche la terra più ricca di petrolio (38% del petrolio africano) e più politicamente instabile dell’Africa mediterranea. Capire cosa succede lì è fondamentale per affrontare il discorso migratorio da un punto di vista strutturale e anti-retorico.

In questo incontro, ricostruiremo la storia della «cooperazione» tra Italia e Libia nel contrasto dei movimenti migratori irregolari (ad es., attraverso la cessione di mezzi di pattugliamento, la costruzione di lager detentivi e il progetto della costruzione di un muro alla frontiera meridionale), ripercorrendo tutti gli accordi ufficiali, non ufficializzati e segreti firmati a partire dal 2003. Faremo una mappatura delle aziende italiane presenti sul territorio libico, che muovono miliardi di dollari con l’estrazione del petrolio e del gas e con la realizzazione di grandi progetti infrastrutturali, e parleremo in particolare del ruolo geopolitico dell’ENI. Racconteremo come le stesse milizie che presidiano i pozzi petroliferi e che si sono arricchite per mesi con il «traffico illegale» di persone siano ora pagate dall’Italia per impedirlo.

Continue reading

Posted in Iniziative, Segnalazioni | Leave a comment

Appuntamenti verso LOTTO MARZO

Prossime assemblee LUNEDI’ 25 febbraio e LUNEDI’ 4 marzo h.20.30 presso il Germinal in via del bosco 52a

Posted in Iniziative, Segnalazioni | Leave a comment

SOLIDARIETÀ AI COMPAGNI E ALLE COMPAGNE TRENTIN*

A pochi giorni dagli arresti a Torino e dallo sgombero dell’Asilo occupato, una nuova operazione repressiva contro il movimento anarchico si è svolta fra Trento e Rovereto: 7 arresti e una 30ina di indagati.

Come sempre, il principale reato contestato è quello del 270bis (associazione sovversiva), creatura giuridica nata negli anni settanta per colpire le lotte sociali e l’insorgenza diffusa di quegli anni. Poco importa che, nella stragrande maggioranza dei casi, le accuse vengano poi smontate nei tribunali, quel che conta è sbattere i compagni e le compagne in galera per anni e costruire il terrore mediatico per raccattare consensi nell’opinione pubblica.

Anche in questo caso, in pieno stile “sbatti il mostro in prima pagina”, azioni di sabotaggio politico e danneggiamento economico vengono presentate con i classici toni allarmistici della “minaccia terroristica”.

Ma una reale “minaccia terroristica” è quella che si pone come obbiettivo il terrore generalizzato, l’attacco indiscriminato a persone “a caso”. Nulla di più distante di quanto viene imputato oggi ai compagni e alle compagne trentin*

La violenza riempie e struttura il nostro orizzonte, al punto che spesso nemmeno riusciamo a percepirla davvero come tale. Ma la conosciamo e ne abbiamo esperienza. E’ quella che vediamo tutti i giorni messa in campo dagli apparati statali, dai governi e dai padroni: lavori sottopagati e precari, persone fragili marginalizzate e respinte, migranti morti in mare e lager in Libia, Grecia e Turchia, persone sfrattate e buttate in mezzo alla strada, interventi militari in giro per il mondo, sgomberi degli spazi sociali, aggressioni della polizia contro i picchetti di lavoratori e lavoratrici in lotta…

L’anarchismo, nelle sue multiformi realtà e correnti, mira alla creazione di una società basata sulla solidarietà e l’eguaglianza contro ogni forma di sfruttamento, di privilegio, di disuguaglianza di classe, genere, provenienza geografica o colore della pelle. Le anarchiche e gli anarchici lottano per un mondo di libere ed eguali senza stati, senza confini, senza padroni.

Libertà per tutti i compagni e le compagne in prigione!

Gruppo Anarchico Germinal

Sabato 2 marzo dalle 15 si terrà un presidio solidale di fronte al carcere di Tolmezzo, dove sono detenuti due dei sette arrestat*, indetto dall’Assemblea contro il carcere e la repressione di Udine.

Posted in Generale | Leave a comment

Croazia: sbirri d’Europa – presidio davanti al consolato

Dopo la buona riuscita del presidio nonostante il freddo ci si ritrova per continuare la lotta:

MARTEDI’ 26 h.20 presso il germinal in via del bosco 52s

 

La rotta balcanica si fa sempre più pericolosa: i respingimenti il-legali sono una prassi quotidiana messa in atto tramite il coordinamento delle polizie bosniaca, serba, croata, slovena e alle volte italiana.

Nel 2016, l’Unione Europea ha firmato un accordo con la Turchia con il quale esternalizza alla dittatura di Erdoğan la responsabilità di fermare con tutti i mezzi le persone che tentano di raggiungere l’UE attraverso la rotta balcanica; in più, l’accordo dichiara la Turchia “Paese terzo sicuro” e quindi permette il respingimento delle persone dalla Grecia alla Turchia, in cambio di >3 miliardi di finanziamenti europei.

Nonostante l’accordo, e nonostante migliaia di persone siano bloccate in Turchia e sulle isole greche, la rotta balcanica è aperta e migliaia di persone si muovono ogni giorno. Oggi, migliaia di persone sono bloccate in Bosnia e Serbia e da lì tentano continuamente di attraversare i confini, a piedi o con altri mezzi.

Ogni giorno l’UE respinge le persone in transito ai suoi confini. La Croazia – che entrerà nell’area Schengen nel 2020 – riceve continuamente finanziamenti dall’UE (ad oggi, > 6 milioni di euro) per deportare le persone migranti in Bosnia e Serbia.

Continue reading

Posted in Iniziative, Segnalazioni | Leave a comment